La Pasta dell'Avvocato: ecco la ricetta incoronata dalla chef De Palma

In occasione del World Pasta Day, manifestazione che dal 1998 celebra ogni 25 ottobre l'amore nel mondo per questo alimento buono, sano, sostenibile e di casa in tutte le culture, la rivista Avvocati e l'Osservatorio del Diritto agroalimentare e vitivinicolo hanno organizzato un contest per celebrare l'evento e certificare con la ricetta del vincitore quella che sarà da ora in avanti conosciuta come la "Pasta dell'avvocato": un modo per unirsi attorno a una tavola virtuale pur rimanendo ognuno nelle proprie cucine, costruendo un momento conviviale in assoluta sicurezza in questi momenti non facili.



Giudice del contest è stata la chef Valentina De Palma, fresca di vittoria dello show "Gino cerca Chef", che gentilmente si è offerta per valutare - seppure a distanza causa di forza maggiore - ricetta e foto dei piatti in concorso.

De Palma è nata architetto e diventata chef, a 50 anni ha abbracciato il sogno americano: ognuno di noi può essere ciò che vuole essere. Possibile? Sì, perché la personal chef tarantina Valentina De Palma ha accettato la sfida e superando le durissime selezioni con 500 partecipanti è arrivata a vincere il cooking show, ‘Gino cerca chef’, con il notissimo chef e imprenditore campano Gino D’Acampo affiancato dal maître francese Fred Sirieix.

“Parto dalla tradizione che interpreto a modo mio, in equilibrio fra gusto e bellezza, perché i colori per me – architetta e chef – sono un linguaggio indispensabile. La cucina da economia circolare, in cui non si butta nulla, è il mio mantra”.


De Palma ha stabilito che la ricetta vincitrice del nostro contest è quella di Carmela Pellegrini, ODAV Puglia, che così descrive la sua "Pasta dell'Avvocato" (foto autrice): "E' una ricetta semplicissima e di una bontà unica in quanto la fanno da padrone i nostri spettacolari prodotti. Con un minipimer ho frullato le fave a crudo con olio e un po’ di sale; in una padella ho scottato nell’olio, per pochi secondi, gli scampi e ho aggiunto la pasta, cotta a parte, rispettandola con un po’ di acqua di cottura; ho impiattato e ho aggiunto scagliette di pecorino, qualche foglia di menta e un giro di olio evo".



Altre ricette valutate positivamente per originalità sono state quelle di Annalisa Martini, ("Linguine al sapore di pesto, con dadolata di pesce spada, pinoli tostati e olivastro - Quatrociocchi, delle mie parti - a crudo") - foto autrice



Risotto zucca e tartufo bianco di Gianna Giardini - foto autrice


Tagliatelle allo zafferano con gamberi flambe e funghi pioppin di Monica salvatore, coord. ODAV Napoli - foto autrice


Apprezzate anche le ricette tradizionali di Elena Zennaro, Daniela Corrado e Giuristi del Vino (Alessandra Stivale e Luca Cantone).